Boervolk Radio Stampa
Giovedì 20 Giugno 2013 07:07

 

Boervolk Radio

Luogo di registrazione della licenza: Kempton Park, Sudafrica
Zona trasmissione: Internazionale
Slogan: L'unica stazione del volk Boero
Prima trasmissione: 1998
Formato: musica in lingua afrikaans, spettacoli di informazione
Proprietà: privata / non-commerciale
Sito internet: www.boervolkradio.co.za


Boervolk Radio dei Transvaalse Separatiste (TS - Separatisti del Transvaal), è una radio che trasmette via internet con sede a Kempton Park, Sudafrica.

Storia
La stazione radiofonica è stata fondata nel 1998 da Theuns Cloete, uno dei tre membri del gruppo di pensiero Transvaalse Separatiste (gli altri due erano: il dott. Wouter Pieter Cloete, fratello di Theuns, e Faan van der Watt). Lo scopo della stazione era quello di trasmettere musica in afrikaans e fare spettacoli di informazioni sull'identità e la cultura boera, ma anche servire come organo di informazione dei Transvaalse Separatiste. Promuove la musica afrikaans degli artisti indipendenti, come dichiarato dalla Wildhorse Entertainment, le cui canzoni sono messe gratuitamente a disposizione degli ascoltatori di Boervolk Radio.

L'obbietto principale dei Transvaalse Separatiste era che tutte le singole tribù che erano state incluse a forza nell'Unione del Sudafrica, prima, e poi nella Repubblica del Sudafrica (RSA), potessero ottenere l'autodeterminazione in Africa del sud. Questo punto di vista, a favore della devoluzione del potere da parte del governo dell'apartheid controllato dal Nasionale Party (del Sudafrica), venne condiviso dalla soluzione federale proposta al Kwazulu/Natal Indaba. Al Natal Indaba i capi tradizionali degli Zulu riconobbero i diritti del popolo Boero nella parte settentrionale del Kwazulu-Natal (Nuova Repubblica / Vryheid). Gli Zulu erano e sono la maggioranza nella regione del KwaZulu-Natal.

Fin dalla sua fondazione la stazione radiofonica non ha sostenuto alcun partito politico o gruppo religioso. Questo indirizzo è rimasto invariato fino al dì d'oggi. La radio si vanta sempre di sollecitare i propri ascoltatori a fare ricerche su temi politici, nazionali ed internazionali, senza seguire ciecamente ciò che dicono i movimenti e i partiti politici. E' anche nota per le sue critiche ai movimenti che promuovono proteste e azioni violente, con particolare riferimento ai gruppi della destra. Per questo motivo ha subito il disprezzo della destra, contraddicendo quanto sostenuto da alcuni media, per cui il gruppo di pensiero sarebbe stato esso stesso di destra.

I Transvaalse Separatiste si opposero alle proteste violente che precedettero le elezioni del 1994 in Sudafrica. Tennero incontri con vari partiti politici negli anni '80 e nei primi anni '90, nel tentativo di convincere questi gruppi che, aprire un dialogo con tutte le parti in causa in Sudafrica, sarebbe stata l'unica strada praticabile durante la transizione che avrebbe messo fine al governo di minoranza. I Transvaalse Separatiste ebbero specifiche discussioni con Eugène Terre'Blanche dello Afrikaner Weerstandsbeweging (AWB) per convincerlo dell'importanza di partecipare i negoziati tra le tra le diverse entità politiche e i diversi volk dell'Africa del sud. Questi colloqui culminarono nel 1989 con un incontro con l'allora presidente della Repubblica del Sudafrica (RSA), F.W. De Klerk, insieme a rappresentanti dello AWB e del Boerestaat Party (BP).

Boervolk Radio, nella persona di Theuns Cloete, è stata intervistata il 6 gennaio 2007 da The Right Perspective, un programma di discussione di New York, in occasione del 150esimo anniversario della bandiera Vierkleur. L'intervista è stata registrata ed è disponibile qui con un sunto dei temi toccati durante la trasmissione. Il 25 settembre 2012 Boervolk Radio è stata ospite di Deanna Spingola al programma Spingola Speaks di Republic Broadcasting Network.