Distruggi lo Spirito di UBUNTU... - I liberali afrikaner continuano la manipolazione Stampa

 

Libro: Distruggi lo Spirito di UBUNTU, disse il padrone bianco cristiano
Sommario

I "liberali" afrikaner continuano la manipolazione

I peggior colpevoli responsabili di aver ingannato l'africano nel corso degli ultimi cinquant'anni in Sudafrica sono stati la ‘Nederduits Gereformeerde Kerk’ e lo ‘Afrikaner Broederbond’. E per questo sono stati ben ricompensati dai loro confratelli e maestri a Londra, e hanno gestito la conversione delle masse nere alla religione cristiana. Hanno truffato l'uomo nero con maestria. Nei loro paesi, nelle loro scuole, nelle loro università e nelle loro missioni, hanno insegnato all'uomo africano, un tempo così orgoglioso, una falsa e diluita dottrina di amore attraverso il loro Gesù dell'uomo bianco.

Tuttavia, non hanno mai permesso che l'uomo nero entrasse nelle loro chiese e hanno impedito che l'uomo nero si rivolgesse ai suoi REALI poteri spirituali, lo SPIRITO DI UBUNTU. In realtà questi afrikaner erano razzisti come sempre, ma dovevano mostrare un volto liberale, al fine di mantenere il controllo sulle masse nere sempre crescenti.

Non dimentichiamoci mai che loro, gli afrikaner “liberali”, hanno continuato a demonizzare i membri della nazione boera come razzisti, a tal punto che loro, i liberali afrikaner, potevano apparire come angeli, i salvatori dell'uomo nero in Africa. Mentre loro hanno sempre avuto un programma segreto...

Per portare a compimento i loro piani per creare una centralizzata religione d'amore, i padroni spedirono un giudeo di nascita, Johan Heinz, vero nome Heinzowitch dai Paesi Bassi, in realtà dall'Est europeo, per deviare afrikaner e boeri dalla vera e originale dottrina della Bibbia, vale a dire la dottrina della APARTHEID – (come dimostreremo più avanti in questo libero).

Heyns e i suoi amici cristiani del Broederbond dovevano avviare la non-razzista “nuova traduzione del 1983” della Bibbia in afrikaans, basata sulla Nuova Versione Internazionale della Bibbia, e aiutare a tradurre la Bibbia in tutte le lingue indigene del Sudafrica. Convertire più africani possibile al cristianesimo diventò la nuova moda.

Strutture per l'addestramento alla preghiera vennero appositamente create per loro, in alcuni casi utilizzando anche fondi governativi. Università vennero costruite per loro, e titoli di laurea emessi,

MA:

All'uomo nero non è mai stato permesso di leggere la Bibbia nelle lingue originali in cui è stata scritta.

Ha imparato tutto dalla Bibbia falsificata dall'uomo bianco, perfettamente tradotta in tswana, sesotho, o qualsiasi altra lingua possibile, utilizzando anche i nomi degli dei africani.

Inserendo il nome degli dei delle masse da controllare nelle loro Bibbie, avrebbero fatto sentire il nero selvaggio più a suo agio. Se il selvaggio avesse letto i nomi dei propri dei nella sua Bibbia, il povero stolto avrebbe pensato che era solo un'estensione della sua religione africana.

“Chiama lo Spirito santo GOBWA, chiama Dio Modimo, che diamine, il povero bastardo non sarà mai salvato in nessun caso, ha... ha... ha...”

Se mai ci fosse un gruppo di persone che merita d'essere chiamato “Cani del cristianesimo”, sono i neri d'Africa.

Andiamo, cercate di ragionare senza preconcetti, perché gli afrikaner spesero così tanti milioni per la costruzione di chiese e strutture teologiche per i neri durante l'Apartheid?

Certamente NON per amore fraterno!

Tutti sapevano benissimo che la salvezza, secondo le scritture originali di Dio, era per i soli bianchi. Dovevano ottenere il controllo, e per questo hanno circuito l'uomo nero con chiese e predicatori.

Di fatto l'africano è stato brutalmente ingannato da un branco di ipocriti segretamente razzisti, spacciatisi per amorevoli cristiani.

Nella vita, tutto avviene per una ragione. Molte cose sono fatte per soldi o per ottenere il controllo. Il sistema di culto cristiano è stato diffuso in Africa per entrambe le ragioni. A vertice della struttura ci sono quelli che prendono le decisioni, in questo caso i manipolatori, mentre alla base, ci sono le masse controllate, in questo caso la popolazione africana. Le povere masse manipolate sono state indotte a credere che Gesù, il Dio dell'uomo bianco, fosse la loro via per la salvezza, e che se avessero scelto tale via, avrebbero avuto cibo in abbondanza, vestiti e alloggi. Ecco il perché della massiccia campagna missionaria in Africa, avvitata da Londra.

Questi missionari diventarono i precursori della massiccia campagna colonialista britannica in Africa. Possiamo virtualmente sentire le istruzioni dei manipolatori ai missionari:

…  rendere docile il selvaggio, fargli indossare i nostri vestiti, insegnargli la nostra lingua, portargli Gesù, abbiamo bisogno di schiavi istruiti, la nostra attrezzatura è costosa, eccetera, eccetera …

Con tutti i riferimenti alla razza “tradotti nel nulla”, questi giudei e bianchi liberali perfezionarono il loro controllo sul regno afrikaner e sull'uomo nero. Non dimentichiamoci mai, che i controllori principali a Londra e i loro compari avevano perfettamente chiaro quello che era il loro obbiettivo, mentre il predicatore al livello più basso evangelizzò l'uomo nero per paura.

Comunque, il predicatore bianco non può MAI invocare a propria giustificazione l'ignoranza, perché in tutte le maggiori chiese di lingua afrikaans, le ‘Afrikaanse Kerke’, l'anglicana, la metodista e la chiesa cattolica, i predicatori sono ben istruiti sulle lingue originali della Bibbia – ebraico, aramaico e greco.

Questi predicatori bianchi sanno esattamente cosa c'è scritto nelle scritture originali. Tutti loro mostrano con orgoglio i loro certificati di laurea in “lingue semitiche” ai laici comuni. Ciò che vi riveleremo nelle pagine seguenti è quindi a loro ben noto.

Indietro - Sommario - Avanti