Sudafrica. Genocidio boero: ammazzato Japie Alberts (15 feb. 2011) Stampa
Giovedì 17 Febbraio 2011 16:49

Japie AlbertsNotizia dal Beeld, da Nuus24.com e da Censorbugbear Reports

Japie Alberts (43 anni), ex ufficiale carcerario, è stato ucciso nella sua casa a Vanderbijlpark, a sud di Johannesburg (Transvaal - Azania, l’impero capitalista-comunista dell’Africa del sud, ha cambiato nome dell’area, prima in “Pretoria-Witwatersrand-Vereeniging”, poi in “Gauteng”. Un altro tipo di genocidio…).
Japie Alberts, padre di Diahn (un bambino di cinque anni), è stato trovato morto martedì mattina, 15 febbraio 2011, in una pozza di sangue sul pavimento della sua cucina. Era sdraiato a pancia in giù e aveva numerose ferite al petto e alla schiena. Il suo computer portatile è sparito. Il suo GWM a doppia cabina è stato ritrovato abbandonato a Carletonville.