Dall’Italia, lettera al comandante Ratte Stampa
Giovedì 21 Ottobre 2010 09:10

Una lettera dall'Italia al comandante Ratte, imprigionato dal regime della ANC

Testo della lettera, tradotto in italiano:

Italia, 21 ottobre 2010.

Caro comandante Ratte,
mi chiamo ******* *******, ti scrivo dall’Italia. Sfortunatamente il mio inglese non è buono.
Ti scrivo mentre sei rinchiuso nella prigione del regime a Witbank, in sciopero della fame. Spero veramente che quando questa lettera ti arriverà sarai già libero.
Non ci conosciamo, e non è importante che ti parli di me.
Desidero solo scriverti che ti ammiro molto. Ammiro il tuo coraggio, e la tua integrità. Se una luce, un esempio di come un uomo dovrebbe vivere.
I traditori sono già morti. Tu vivrai per sempre.

Dio ti benedica,
******* *******