Sudafrica, Mondiali 2010. Derubati anche i giornalisti cinesi PDF Stampa E-mail
Mercoledì 16 Giugno 2010 20:24

L’articolo che segue, del 15 giugno 2010, è stato tratto da Sport24.co.za e tradotto in italiano.

Arrestati dopo aver derubato i giornalisti

Crime alert - Do no stopNelspruit – La Polizia ha arrestato tre uomini sospettati di aver derubato, martedì mattina, quattro giornalisti cinesi nel loro bungalow a Nelspruit, ha dichiarato la polizia del distretto di Mpumalanga [Transvaal Orientale, ndr].
“Non posso dirvi molto di più perché mentre parliamo stiamo controllando i tre sospetti,” ha detto il capitano Leonard Hlathi.
“Abbiamo rinvenuto oggetti rubati in loro possesso, ma stiamo cercando di capire se sono quelli sottratti stamattina dal bungalow.”
Gli uomini sono stati arrestati tra le 5 e le 6 di martedì.
“E’ troppo presto per dare ulteriori informazioni, quello che posso dirvi è che sono stati arrestati in diverse abitazioni nell’area di Lowveld,” ha detto Hlathi.
Ha aggiunto che gli investigatori li stavano interrogando.

Sotto tiro
I quattro giornalisti dell’emittente nazionale Cinese, la China Central Television, sono stati derubati in un bungalow in Nelspruit. Uno dei quattro è residente in Sudafrica.
I ladri hanno rotto una finestra per entrare nel bungalow alle 1.30. Hanno svegliato i giornalisti e li hanno costretti a sdraiarsi sul pavimento, minacciandoli con armi da fuoco mentre saccheggiavano l’abitazione.
Hanno rubato due computer portatili, due macchine fotografiche, una videocamera e due borse piene di documenti, prima di fuggire a piedi.
Nessuno è rimasto ferito.