Sudafrica. Randfontein, 16 mar 2011: manifestazione contro il genocidio bianco PDF Stampa E-mail
Mercoledì 16 Marzo 2011 17:48

Randfontein, 16 marzo 2011. Manifestazione di protesta contro il genocidio bianco

Questa mattina davanti al tribunale regionale di Randfontein (41 km ad ovest di Johannesburg), si è tenuta una manifestazione di protesta contro la criminalità (il genocidio bianco) in Africa del sud, che in particolare colpisce gli agricoltori boeri. La manifestazione è stata organizzata dopo l’omicidio di Koos van Rooyen, verificatosi il 4 marzo a Witfontein (in zona).
All’iniziativa erano presenti esponenti di varie organizzazioni: del Vryheidsfront Plus (VF+ / Freedom Front Plus, FF+), dell’Afrikaner Weerstandsbeweging (AWB), del Verkenners Beweging, dell’AfriForum e della Democratic Alliance (DA).
La Democratic Alliance (DA) è un partito multirazziale e multinazionale, che sostiene l’idea di un unico impero in Africa del sud; dopo l’ANC è il partito che raccoglie più voti nell’Impero.
Tra gli altri erano presenti: Dan Roodt (editore di PRAAG, candidato della VVK), Jaco Mulder (leader del Vryheidsfront Plus per il Gauteng*), Jean Kriek (leader dei giovani del Vryheidsfront Plus per il Gauteng*) e Henk van de Graaf (dei Verkenners Beweging, candidato della VVK).
I rappresentati del Vryhedisfront Plus (VF+) hanno chiesto al governo (dell’impero capitalista-comunista che regna in Africa del sud) azioni concrete contro gli omicidi che stanno sterminando i bianchi. Al di là dell’iniziativa in oggetto, il Vryhedisfront Plus (VF+) è un partito politico afrikaner collaborazionista, organico all’Impero; che partecipa alle elezioni dell’Impero e che siede nel parlamento dell’Impero. Il leader nazionale del VF+, dott. Pieter Mulder, è (addirittura) un vice-ministro dell’Impero. Il VF+ critica quindi le azioni di un governo e di un Impero di cui è complice.

* Nome dato dall’Impero ad una piccola area che comprende le città di Pretoria e Johannesburg.