Sudafrica. Genocidio bianco: ammazzato Alberto Costa (18 feb. 2011) PDF Stampa E-mail
Domenica 27 Febbraio 2011 14:31

Alberto CostaNotizia dal Rapport, da Censorbugbear Reports e da La Gazzetta del Sudafrica

Alberto Costa (44 anni), agricoltore di Stellenbosch (43 km ad ovest di Città del Capo), è stato ammazzato da assalitori neri presso la sua fattoria di Cloetesdal il 18 febbraio 2011. Hanno scavato una buca sotto le difese elettrificate e hanno iniziato a sparargli. Lui ha risposto al fuoco e ha ferito uno degli assalitori con il suo fucile da caccia. E’ morto difendendo la sua famiglia.
La famiglia di Alberto Costa era originaria di Bassano del Grappa (Veneto, Italia settentrionale). Da lì, i suoi genitori e i suoi fratelli maggiori Giovanni e Stefano erano arrivati in Africa del sud mezzo secolo fa. Alberto era nato in Africa del sud.
Alberto Costa lascia sua moglie Zelda, un figlio di 8 anni e una figlia di 3.