AWB: quale futuro? PDF Stampa E-mail
Lunedì 07 Giugno 2010 22:53

Steyn van RongeSabato 5 giugno, presso il monumento Paardekraal di Krugersdorp, l’AWB (Afrikaner Weerstandsbeweging, in italiano: Movimento di Resistenza Afrikaner), ha tenuto un comizio a cui hanno assistito circa 300 persone.
Steyn van Ronge, nuovo leader del Movimento dopo l’assassinio di Eugene Terre’Blanche, ha annunciato che l’AWB sta organizzando una propria forza di sicurezza, “per proteggere la vita degli Afrikaner-Boeri e le loro proprietà”.
L’AWB, in passato, era dotata di proprie forze paramilitari, in particolare: la Wenkommando e la Ystergarde.
La nuova organizzazione dovrebbe essere parte della Brandwag van die Christen Boerevolk (in italiano: Guardia del popolo Boero Cristiano), una rete di organizzazioni guidate dall’AWB, pronte ad attivarsi quando un loro affiliato si trova sotto attacco.



Andre VisagieDopo l’omicidio di Eugene Terre’Blanche l’AWB aveva radunato il proprio Direttivo, che aveva eletto Steyn van Ronge leader del Movimento, Johan Potgieter vice, e Andre Visagie segretario nazionale e portavoce.
Da allora, è opinione diffusa che vi siano contrasti interni al Movimento, tra gli uomini al vertice. Nelle ultime ore circola la voce si siano dimessi Andre Visagie e Jan Esterhuizen, leader della AWB Brandwag. Due uomini che erano molto legati a Terre’Blanche.

La domanda è: riuscirà l’AWB a sopravvivere all’assassinio di Eugene Terre’Blanche, e alle infiltrazioni del nemico?