Bandiera AWB in arancio, bianco e blu PDF Stampa E-mail
Lunedì 24 Gennaio 2011 17:13

 

L'AWB marcia a Klerksdorp, 9 ottobre 1993

L’Afrikaner Weerstandsbeweging (AWB) ha sempre utilizzato le bandiere delle Repubbliche Boere come proprie bandiere nazionali, così come gli altri movimenti indipendentisti boeri.
La bandiera della RSA, il macrostato-impero nato dalla guerra capitalista che privò la nazione boera della propria libertà, non è impiegata dall’indipendentismo boero, proprio perché in antitesi con esso.
Ciononostante la bandiera della RSA è ricordata con affetto da molti bianchi (di varie nazionalità) dell’Africa del sud, che in essa credevano – erroneamente - di veder rappresentato il proprio volk.
La bandiera della RSA ha segnato tanti anni di storia in Africa del sud, e per decenni ha rappresentato anche il popolo boero, ma nella sua condizione di sottomissione a poteri stranieri e internazionali.

Bandiera AWB in arancio, bianco e blu

Alcune versioni della bandiera della RSA, trasformata, sono state realizzate nel corso degli anni. Una versione, poco conosciuta, è stata impiegata anche dall’AWB seppur molto raramente e vari anni fa: nel caso specifico il vessillo della RSA si liberava della bandiera britannica presente nel nella striscia orizzontale bianca), sostituita da un simbolo cristiano e nazionalista, anticapitalista e anticomunista (il Tre-Sette).
La bandiera “arancio, bianca e blu” (alla base della bandiera RSA), detta anche “Prinsevlag”, che si pensa sia stata usata anche da Van Riebeeck, non è comunque una bandiera boera.

L'AWB marcia a Ventersdorp, 15 ottobre 1994