Sudafrica: Prigionieri di guerra boeri torturati (2003) PDF Stampa E-mail
Lunedì 13 Dicembre 2010 16:54

Prigionieri di guerra boeri

Il testo sotto è tratto dall’articolo “Gruppo di prigionieri di guerra boeri presenta una denuncia alla Croce Rossa” pubblicato da “The Star” il 27 novembre 2003.

La Bond van Boerekrygsgevangenes (Lega dei Prigionieri di Guerra Boeri) giovedì ha detto che vuole presentare denuncia alla Commissione Internazionale della Croce Rossa (ICRC) in merito alle condizioni di detenzione di un attentatore dinamitardo [combattente per la libertà. Ndr] del 1994.
Dries Kriel [morto nel 2008. Ndr], capo di Christiana, organizzazione con sede nella Provincia del Nord Ovest [istituita dal regime del nuovo Impero in Africa del sud. L’area comprende territori del Transvaal e del Bophuthatswana. Ndr] ha detto che Cliffie Barnard, condannato al carcere a vita nel 1997 per una serie di attentati dinamitardi prima e dopo le […] elezioni [multinazionali. Ndr] dell’aprile 1994, è regolarmente torturato e assalito dai secondini.
Barnard è stato recentemente trasferito dal “Pretoria local” al C-Max di massima sicurezza, sempre all’interno del complesso carcerario di Pretoria Central.
In una copia della lettera indirizzata alla ICRC, ricevuta a Johannesburg, Kriel afferma che “è notorio che i prigionieri bianchi nella fase 1 del carcere C-Max sono tenuti al buio e in solitudine per 24 ore su 24, senza cibo (sic).”
Aggiunge che non si sa perché Barnard è stato spostato e che il dipartimento dei servizi correzionali ha rifiutato di rispondere.
Il dipartimento non ha potuto commentare subito le accuse. Il suo portavoce Luzuko Jacobs si è impegnato a rispondere per venerdì.
Il capo dell’Afrikaner Weerstandsbeweging [AWB, ndr] Eugene Terre’Blanche [assassinato nel 2010. Ndr] all’inizio di questo mese è stato condannato per cinque accuse di terrorismo [con riferimento alla guerra di liberazione combattuta dall’AWB. Ndr] relativamente ad alcuni degli attentati dinamitardi eseguiti da Barnard e Abraham “Koper” Myburgh. Anche Myburgh sta scontando il carcere a vita.
Kriel non è stato raggiungibile ad uno di numeri che ha fornito per chiarire quando la lettera è stata spedita alla ICRC e quanti “Prigionieri di guerra boeri” lui crede siano richiusi nelle carceri sudafricane.
La sua organizzazione ritiene che a Barnard e agli altri che si sono opposti alla transizione al […] [regime unico in un impero capitalista-comunista. Ndr] debba essere riconosciuto lo status di prigioniero di guerra. La ICRC normalmente opera a favore dei prigionieri di guerra catturati e detenuti dagli Stati in guerra.
[…]