Sudafrica. Genocidio boero: uccisa Marthie Erasmus (2 dic. 2010) PDF Stampa E-mail
Sabato 04 Dicembre 2010 12:01

Marthie Erasmus, uccisaNotizia dal Beeld e da Uncensored South African News

Attorno alle 16.00 di giovedì 2 dicembre 2010, un gruppo di maschi neri ha attaccato la famiglia Erasmus presso la fattoria Hartbeesfontein, vicino Moedwil fuori Rustenburg (nel Transvaal). La signora Marthie Erasmus (63 anni) è stata legata al letto, dopodiché la banda ha picchiato a morte l’indifesa donna usando una mazza – apparentemente senza motivo.
Chris Erasmus (63 anni), marito di Marthie, è stato legato ad una sedia e brutalmente picchiato sul viso e agli occhi.
Gli aggressori hanno rubato un forno a microonde, 10.000 Rand (circa 1.090 Euro) in contanti, pistole legalmente detenute, gioielli, vestiti e i regali di Natale della famiglia.