Libertà per Günther Kotze! Prigionieri boeri PDF Stampa E-mail
Giovedì 14 Ottobre 2010 11:51

Libertà per Günther Kotze! Prigioniero boero

Arrestato giovedì 30 settembre 2010 presso la fattoria Eenzaamheid vicino Balmoral, Witbank. Insieme a Günther Kotze venivano arrestati altri 9 uomini, tra cui Willem Ratte. La sua unica colpa era quella di essere un patriota, e per questo veniva rinchiuso nelle prigioni del regime della ANC. Successivamente, il 15 ottobre 2011, veniva rilasciato in libertà su cauzione.
Il 30 novembre 2010 è stato condannato a sei mesi di carcere, con la pena sospesa per cinque anni, per aver danneggiato un obelisco presso il cimitero del campo di concentramento di Balmoral (Kotze aveva giustificato la sua azione dicendo che l’obelisco è un simbolo massone).
E' stato nuovamente arrestato il 25 novembre 2011, in una fattoria di Naboomspruit. Era accusato di voler uccidere tutti i neri dell'Africa del sud e di preparare attentati dinamitardi contro le chiese dei bianchi. Dopo 77 giorni è stato rilasciato in libertà su cauzione. Aveva semplicemente criticato la pratiche pagane di alcuni cosiddetti cristiani.

Non dimentichiamoci di lui!
In questa pagina sono pubblicate alcune foto di Günther, per ricordarci meglio di lui, e di quello che sta affrontando.



Hanno privato la nazione della libertà. Hanno imprigionato i suoi uomini. Non lasciamo che ci rubino anche la memoria. Non dimentichiamoci di loro, e del loro volto.

Chi si batte per la libertà della propria nazione non può essere condannato.
Libertà per tutti i prigionieri boeri!
Libertà per Günther Kotze!

 

Questa pagina è dedicata a Günther Kotze. Per contribuire a questa pagina o alla campagna “Hanno un volto! Prigionieri boeri” puoi scrivere al sito: volkstaat@volkstaat.it