“Vogliono ammazzare tutti i boeri”. 22 luglio 2010, attacco a Bethlehem PDF Stampa E-mail
Martedì 03 Agosto 2010 13:58

Notizia di Boer GenocideGert Lange

Gert Lange, 67 anni, ha fatto finta di essere morto, per sopravvivere ad un secondo attacco, subito il 22 luglio 2010, presso la fattoria Vaalbank, vicino Bethlehem nello Stato Libero di Orange.
“Il secondo attacco è stato molto più pericoloso. Vogliono ammazzare tutti i boeri. Più gli omicidi sono violenti, e più ne sono felici”...
Bethlehem, Stato Libero di Orange. 22 luglio 2010. L’agricoltore 67enne Gert Lange, della fattoria Vaalbank vicino Bethlehem, ha fatto finta di essere morto non venire assassinato. E’ la seconda volta che viene attaccato quest’anno. Lange, che alleva bestiame nella fattoria di famiglia, ha dichiarato che la situazione è ormai difficile - ha pianificato di vendere tutto e trasferirsi con la famiglia ad Upington, nel Capo settentrionale. “La seconda volta non c'era più niente da rubare nella fattoria. Si erano già presi tutte le mie pistole e i miei soldi in gennaio. Tutto ciò che possedevo mi era già stato rubato”.