Sudafrica: l’Europa finanzia il razzismo anti-bianco? PDF Stampa E-mail
Venerdì 16 Luglio 2010 12:22

Da una notizia di Uncensored South African news reports.

 

Andile MngxitamaAndile Mngxitama è un organizzatore del Blackwash, un gruppo nero sudafricano che promuove l’odio contro i bianchi, ma è anche un importante e stipendiato consulente politico all’interno della Foundation for Human Rights (FHR, Fondazione per i Diritti Umani), un’organizzazione finanziata anche dall’Unione Europea.
La FHR, per cui lavora Andile Mngxitama, si autodefinisce “una delle prime organizzazioni indigene nel settore dei diritti umani in Sudafrica.” E’ stata istituita nel 1996, attraverso un accordo di cooperazione tra l’Unione Europea e il governo sudafricano. Grazie a tale accordo il governo sudafricano riceve 122 milioni di Euro annui dall’Europa per tutti i suoi programmi volti a promuovere la democrazia e l’integrazione. Tra questi 122 milioni di Euro sono compresi i fondi per la Foundation for Human Rights (FHR). La FHR, sul suo sito internet, dichiara che la maggior parte dei suoi fondi provengono dall’Unione Europea, ma riceve donazioni anche dalla Defence for Children International (DCI), dalla Mott Foundation e dal Care International. Lo scopo della FHR sarebbe quello di raccogliere fondi per “combattere la povertà e la disuguaglianza”… Ma è proprio questa la missione di Mngxitama? Si occupa veramente di “combattere la povertà e la disuguaglianza”? Difficile crederlo. Il gruppo di cui Mngxitama fa parte, i Blackwash, hanno distribuito un volantino in cui invitano i neri delle township a rinunciare alla violenza xenofoba a favore di un altro tipo di violenza: contro i bianchi, che senza distinzioni definiscono “coloni”. Andile Mngxitama è stato riconosciuto colpevole anche di diffamazione anti-afrikaner dal Press Ombudsman, riguardo un suo articolo pubblicato da City Press, intitolato “Blacks in Bondage” (“Neri in catene”), in cui aveva “falsamente sottointeso che il sindaco di Ventersdorp Kabelo Mashi fosse stato ucciso da estremisti bianchi razzisti” mentre in realtà era stato ucciso da un nero, Johannes Monatle, dieci anni prima.
Ma chi guida la Foundation for Human Rights (FHR)? L’organizzazione è diretta da influenti personaggi, come la sig.ra Louise Amal, storicamente legati ai vertici della ANC.
L’Europa si dice anti-razzista, ma regala soldi ad organizzazioni che ospitano tra le loro fila neri razzisti, e sono legate ad un regime (quello della ANC) che discrimina e criminalizza i bianchi. Perché l’Europa deve finanziare il razzismo anti-bianco?

Andile Mngxitama, consulente politico della Foundation for Human Rights (FHR) ed organizzatore dei Blackwash...