Kobus Pretorius, prigioniero di guerra boero e vittima dei campi di rieducazione della “nuova” RSA PDF Stampa E-mail
Lunedì 28 Gennaio 2013 22:50

Kobus PretoriusKobus Pretorius è un prigioniero di guerra boero. E' in carcere dal 2002, insieme ai suoi fratelli Wilhelm e Johan.
Kobus, Johan e Wilhelm sono i figli del dott. Lets Pretorius, noto nazionalista boero del Boerevolk Vryheidstigting (BVS).

Il 19 agosto 2012 Kobus Pretorius, attraverso la sua psicologa, Sonja Jordaan, aveva rilasciato una dichiarazione in cui chiedeva perdono per le sue azioni. Questo dopo aver rotto tutti i legami con i propri famigliari, bollati come “fanatici politici e religiosi” [1].
Oggi, 28 gennaio 2013, davanti all'Alta Corte di Pretoria, Kobus Pretorius ha dichiarato di non essere più la stessa persona. Di non credere più nelle Repubbliche boere [2].
Ha parlato dei suoi famigliari come “genitori biologici” e “fratelli biologici”, indicando come suoi veri genitori: la sua psicologa e il di lei marito [3].
Dichiarazioni che sembrano tratte da “1984”, il romanzo di George Orwell.

Kobus Pretorius è un prigioniero di guerra. E lo è ancora. Le sue dichiarazioni non sono un atto di tradimento, ma la prova che è una vittima, una vittima dei “campi” rieducativi del Regime (le prigioni della “nuova” RSA [Republic of South Africa – Repubblica del Sudafrica]). Il lavaggio del cervello è guerra.

Libertà per tutti i prigionieri boeri!
Libertà per il volk boero!

Johan, Wilhelm, Kobus. I fratelli Pretorius

1. Articolo “Final Boeremag bomber convicted”, 20 agosto 2012, Times Live, http://www.timeslive.co.za/local/2012/08/20/final-boeremag-bomber-convicted
2. Articolo “I’m a different man: Boeremag member” del 28 gennaio 2012, IOL News, http://www.iol.co.za/news/crime-courts/i-m-a-different-man-boeremag-member-1.1459947#.UQaqvei179A
3. Lettera di Wilhelm Pretorius, del 28 gennaio 2012, pubblicata sul suo profilo Facebook.