La natura del “volksraad” afrikaner della VVK PDF Stampa E-mail
Giovedì 24 Maggio 2012 07:07

Bandiera afrikaner bianca-giudaica

La Volksraad Verkiesing Kommissie (VVK, la Commissione Elettorale degli afrikaner bianchi) nel 2011 ha dato vita al suo “parlamentino”, che impropriamente si è dato nome “Boere-Afrikanervolksraad” (“Parlamento afrikaner boero”). La natura di tale “volksraad” è la stessa di chi lo ha generato, la VVK. E la VVK è, fondamentalmente, una creatura dei Verkenners, una sorta di massoneria afrikaner bianca, che opera per confondere il vero nazionalismo (boero) con uno falso (afrikaner bianco). Così come i massoni, abitualmente, operano per confondere il Bene con il Male.

La loro natura guida le loro azioni. La loro opera di mistificazione volta a confondere gli afrikaner bianchi con i boeri, ha un solo nome: Genocidio Boero; la loro azione è radicale, perché vuole confondere il Bene con il Male, il Messia con il Falso-Messia, il Vero Israele con il Falso Israele, gli israeliti con i giudei.

Non bisogna stupirsi, è la loro natura; come Volkstaat.org aveva già denunciato, mesi or sono.
Il loro è un attacco al Boerevolk, alla sua identità specifica, affinché si contamini e si allontani da JaHWeH.

Chi ama JaHWeHShua non ama il giudaismo, la religione anti-Messia, anti-JaHWeHShua (o anti-JaHShua) dei giudei.
I Giovanni 2-22-24:
Chi è il mendace se non colui che nega che JaHWèshua è il Messia? Lui è un falso messia che nega il PADRE e il Figlio. Chiunque nega il Figlio, non ha neppure il PADRE.


La VVK e il suo “volksraad” afrikaner bianco, hanno stretti rapporti con i sostenitori del giudaismo e dello Stato giudaico sionista in Palestina.

Più sotto (in blu) è pubblicata una lettera di Paul Kruger, presidente della VVK e collaboratore del suo “volksraad”, ad Avigdor Eskin, un russo-giudeo sostenitore dello Stato giudaico e del cosiddetto “nazionalismo afrikaner bianco”.
La lettera è stata pubblicata su Facebook da Avigdor Eskin, il 21 maggio 2012, ed è preceduta da un suo commento (in rosso).
I concetti espressi da Paul Kruger sono aberranti, e il fatto che citi le Sacre Scritture in modo improprio è abominevole. La scelta di pubblicare tale lettera in versione integrale su Volkstaat.org è finalizzata a documentare i fatti.

I commenti tra parentesi quadre, qui evidenziati in verde, sono di Volkstaat.org.


Avigdor Eskin
di seguito una lettera dal mio caro e onorevole amico dal Sudafrica. Paul Kruger dovrebbe essere uno dei loro futuri leader. Gli afrikaner [con riferimento ai bianchi di lingua afrikaans] sostegno noi [i giudei sionisti]. Dobbiamo aiutarli adesso!


Caro Avigdor

Con riferimento al tuo messaggio al Governo del Sudafrica [Impero dell'Africa del Sud] che sta considerando azioni contro Israele [con riferimento allo Stato giudaico in Palestina, che si è dato tale nome] riguardo le importazioni dalla Cisgiordania.

Trovo disgustoso e atroce quello che l'alleanza ANC/Partito Comunista Sudafricano [African National Congress / SAKP] vuole fare al riguardo – anche se non ne sono particolarmente sorpreso. Non sono nemmeno sorpreso (anche se è piuttosto tragico) che un giudeo sudafricano – nato quasi lo stesso giorno che Israele è diventato indipendente – conduca questo nuovo attacco contro lo Stato di Israele. Questa è un'ulteriore prova che la vera lotta non è razziale, ma spirituale; è iniziata con la Caduta dell'uomo, e continuerà fino alla fine di questo mondo.

Nel frattempo, possiamo solo sperare e pregare che ciò che facciamo in questa lotta sia conforme alla Volontà dell'unico Dio. Lui ha promesso che Israele sarà restaurato – un processo che credo sia cominciato verso la fine del XIX secolo; che prese grande forma il 14 maggio del 1948, e che non può essere arrestato dall'uomo. Di conseguenza, credo anche che i confini di Israele siano quelli stabiliti da Dio nell'Antico Testamento (libro dei Numeri, capitoli 32, 34 e 35; e il libro di Giosuè, capitoli 13-21) [JisraEL, i discendenti biologici di Giacobbe/Israele, hanno lasciato la Palestina per diventare una nazione tra le nazioni!]. Questi confini vennero fissati migliaia di anni fa; ma per Dio, migliaia di anni sono come un batter d'occhio [L'attuale Stato moderno giudaico non è affatto nelle Scritture! I romani distrussero il Tempio edomita (come profetizzato in Matteo 24) che fu il terzo e ultimo tempio materiale. JHWH Elohim abita ora nel Tabernacolo dei corpi dell'Assemblea del vero JisraEL, ovvero nei corpi dei credenti]. Se restiamo fedeli a queste Scritture, non c'è nessuna questione palestinese in Cisgiordania e a Gerusalemme – anche la terra ad est del Giordano appartiene ad Israele; e la Siria deve ad Israele molto di più che le alture del Golan. [Paul Kruger in una sola frase nega l'indipendenza ai palestinesi, e mette in discussione i confini di Giordania e Siria! Queste sue parole, assai poco diplomatiche e assolutamente fuori luogo, dimostrano – se ce ne fosse ancora bisogno - che non sta affatto lavorando per raccogliere consenso internazionale per liberare afrikaner bianchi e boeri. Le finalità sono ben altre: favorire lo Stato giudaico; il giudaismo; e confondere il Vero Israele con il Falso Israele. Lo Stato giudaico, e il diritto dei giudei di vivere in Palestina non è basato sulle ipotetiche origini del popolo giudaico, perché loro non sono di Giacobbe/Israele.]

Posso assicurarti, Avi, che – che se l'indipendenza e la sovranità di noi afrikaner boeri non fossero andate perdute nel 1994 con un vile tradimento [i boeri non sono gli afrikaner, e infatti hanno perso l'indipendenza nel 1902!], Israele avrebbe avuto nel Sudafrica [il “vecchio” impero della Repubblica del Sudafrica – RSA] un fedelissimo alleato fino ad oggi. E' vero, tra la mia gente ci sono persone che citano Rob Davies [un giudeo dell'ANC/SAKP, Ministro del “nuovo” impero della Repubblica del Sudafrica – RSA] e molti altri come esempi per essere anti-giudei [Paul Kruger poteva fare molti esempi di giudei attivi in Africa del sud, scegliendo tra leader comunisti e grandi capitalisti, ma ha preferito un esempio piuttosto anonimo]; ma sono convinto siano una minoranza. Ho parlato ai membri del Volksraad [il cosiddetto “parlamento” creato dalla VVK] una settimana fa; e in particolare li ho esortati a stringere legami con i vecchi amici del popolo afrikaner boero [un volk ha una sola identità, non due!]; compreso Israele. Neppure una persona si è detta in disaccordo . Spero sinceramente che discussioni tra il Volksraad e appropriati rappresentanti di Israele possano essere promosse – a dire il vero non so da dove cominciare; ma spero tu potrai essere d'aiuto al riguardo.

Desidero ringraziarti ancora per i tuoi grandi sforzi in nome della libertà per il popolo afrikaner boero [quale libertà? Chi confonde un popolo con un altro, per sottometterlo, conquistarlo e contaminarlo, di che libertà sta parlando?] – anche se a volte può essere molto ingrato. Posso assicurarti che molti di loro mi hanno mostrato la loro ingratitudine, nonostante abbia sacrificato così tanto, eppure ho sofferto e soffro a causa loro: Tradito, e una volta perfino picchiato, regolarmente calunniato alle spalle, e tre settimane fa insultato apertamente. Ma la battaglia continua, perché come ti ho detto è innanzitutto una battaglia spirituale [è vero, e le sue parole dimostrano da che parte sta].

Questo è tutto per ora, Avi; ti auguro una buona settimana e spero di parlarti nuovamente presto.

Cordiali saluti;

Paul Kruger.