AWB Wenkommando gen. Josias Alexander Cruywagen PDF Stampa E-mail
Giovedì 29 Marzo 2012 07:07

 

Da "Storm", notiziario dell'AWB n. 16, ottobre-dicembre 2003.

Josias Alexander Cruywagen
8 febbraio 1947 - 26 settembre 2003

AWB-Wenkommando gen. Josias Alexander Cruywagen, 1993Alec Cruywagen nacque l'8 febbraio del 1947 a Rouxville nello Stato Libero. Dopo la scuola studiò veterinaria e si focalizzò sull'agricoltura. Alla fine degli anni ottanta entrò nell'Afrikaner Weerstandsbeweging (AWB) ed arrivò fino al grado di generale, nel 1990. Fu il primo generale della AWB e più tardi ne diventò Capo di Stato Maggiore, e poi assistente del comandante generale del Movimento.

Dopo la fondazione dell'AWB Wenkommando diventò comandante della Suid-Wenkommando, ed aiutò il Wenkommando in tutto il paese a tenere ed organizzare campi di addestramento per mobilitare il volk boero. Inizialmente, i campi di addestramento erano destinati solo agli uomini, ma per lui era fondamentale che venisse soddisfatto il bisogno di addestramento delle donne del volk. L'addestramento delle donne portò alla formazione di una unità di élite femminile all'interno della struttura del Wenkommando, il Rooivalke.

Su richiesta dei boeri, avviò un'azione finalizzata a proteggere le fattorie sui confini del Lesotho e del Transkei. Pattuglie a cavallo e in moto erano parte fondamentale di queste operazioni, che portarono ad una drastica riduzione dei furti e degli attacchi contro gli agricoltori. Seppur il governo dello NP lo abbia sempre negato, l'ex ministro Cobie Cotzee rimase impressionato e fu grato per il supporto dell'AWB sui confini.

Nell'aprile del 1992 fu delegato a rappresentare l'AWB ad un congresso di nazionalisti ad Atene, in Grecia. Lì conobbe molti leader nazionalisti da tutto il mondo. In Grecia gli fu conferita la tessera di socio onorario del movimento New Dawn; raccontò ai nazionalisti stranieri la storia del Sudafrica, come la gente viveva ed era istruita.

A Standerton lui e il Wenkommando bloccarono una marcia dell'ANC che voleva attraversare il quartiere bianco, e a Warrenton riuscì ad ottenere un ordine del tribunale che proibiva una marcia dell'ANC attraverso la città.

AWB-Wenkommando gen. Josias Alexander CruywagenUno degli eventi più sensazionali in cui Alec ebbe un ruolo importante, fu l'assedio del World Trade Center a Kempton Park, nel 1993. Fu lui a guidare il veicolo corazzato che penetrò nel centro, sfondando la vetrata. Suo figlio Cruy, fu la prima persona ad entrare nel palazzo. Questo evento ebbe eco in tutto il mondo. Nel processo che seguì, nonostante la polizia fosse riuscita a presentare poche prove contro di lui, fu condannato a sei anni, con la sospensione della pena per cinque anni. Il processo durò tre settimane e durante questo periodo Alec partecipò anche all'azione in Boputhatswana, richiesta da Lucas Mangope.

Alec, prese il comando durante la ritirata dal Boputhatswana. Nonostante il convoglio fosse finito sotto il fuoco di fucili e mortai, in mano a neri in abiti civili, e anche (secondo la testimonianza di Alec e degli altri uomini del convoglio in ritirata) da persone con l'uniforme del 32esimo Battaglione, riuscì a riportare gli uomini in Sudafrica. Sfortunatamente, tre uomini del convoglio si mossero a sua insaputa e vennero assassinati a sangue freddo.

Con l'arresto di 34 membri dell'AWB nel 1994, dopo una terribile campagna dinamitarda, Alec fu uno degli accusati. Alec durante questo periodo fu lungamente interrogato dai poliziotti, e fu chiamato a rispondere su vari argomenti. Provò quanto fossero granitiche le sue convinzioni, resistendo ad ogni prova. L'accusa fu ritirata perché lo stato non riuscì a presentare prove contro di lui.

Alec vide tanti rinunciare e dire che non ce la facevano. Fino all'ultimo cercò di mettere in guardia il suo popolo, affinché fosse preparato per ciò che l'attende. Quando il giorno del giudizio arriverà, e sarà chiesto “Caino, dov'è tuo fratello”, lui risponderà: sono insieme alla mia gente, qui al cimitero del campo di concentramento di Balmoral, dove la libertà chiese un prezzo così alto. Il suo nome merita un posto importante nella storia del nostro volk. Ha vissuto veramente per il suo Dio, per il volk boero, e per la restaurazione delle Repubbliche boere.

“Lotta per la giustizia fino alla morte, e Yahweh combatterà per te. Non essere precipitoso con la lingua, né svogliato e negligente nei tuoi atti.” Sirach 4:28

AWB-Wenkommando gen. Josias Alexander Cruywagen