I boeri non sono europei PDF Stampa E-mail
Venerdì 23 Luglio 2010 08:38

Boeri a cavallo

L’articolo che segue è stato tratto dal blog “Republican Trekker Volk” e tradotto in italiano.

Di tanto in tanto ci si riferisce ai boeri indicandoli come europei, ma i loro legami con l’Europa sono molto distanti nel tempo; si sono formati in Africa come gruppo distinto e troncarono ben presto i legami con il continente d’origine. Gli antenati dei boeri erano in Africa 355 anni fa [l'articolo è del dicembre 2008. Ndr] e molti dei loro discendenti non sono mai stati in Europa. Così come non è corretto chiamare i bianchi europei e americani “asiatici”, solo perché i loro antenati vennero dall’Asia, non è corretto chiamare i boeri “europei”, solo perché i loro lontani antenati vennero dall’Europa.
Una determinata cultura non può che essere parte del continente in cui si è formata; ha veramente poco senso etichettarla come facente parte di un continente lontano, dal quale provenivano gli antenati della sua gente, molto prima che si formasse un nuovo popolo e una nuova cultura nel continente dove questa si trova.

Il seguente brano sottolinea questo fatto.

Naturalmente, l’ordine tra le diverse nazioni, forzate insieme in uno Stato innaturale, doveva essere mantenuto con misure innaturali – l’apartheid! Gli inglesi non dovevano interferire, gli inglesi non dovevano creare questo Stato innaturale, gli inglesi non dovevano disgregare l’identità etnica di ogni Stato e popolo libero in Africa meridionale, e gli inglesi non dovevano erigere cartelli recitanti “Europei” e “Non-europei”, cosicché la varie nazioni dell’Africa del sud avrebbero evitato contrapposizioni etniche e la miseria che queste hanno prodotto!

Di: Fritz Meyer.