Ad JisraEL: non festeggiamo Mitra PDF Stampa E-mail
Martedì 23 Dicembre 2014 07:07

 

Non festeggiamo Mitra

Articolo del 25 dicembre 2011

Invano mi rendono il loro culto, insegnando dottrine che sono precetti d'uomini. MattithJaHuW (Matteo) 15:9

Avendo tralasciato il comandamento dell'Elohim vi attenete alla tradizione degli uomini».
Diceva loro ancora: «Come sapete bene annullare il comandamento dell'Elohim per osservare la tradizione vostra! Marco 7:8-9

JirmeJaHûW (GeremiJaH) 10:1-16
Contro il fare gli alberi di natale.

Ascoltate la parola che JaHWeH vi rivolge, casa di JisraEl!
2 Così parla JaHWeH: «Non imparate a camminare nella via delle nazioni, e non abbiate paura dei segni del cielo, perché sono le nazioni quelle che ne hanno paura.
3 Infatti i costumi dei popoli sono vanità; poiché si taglia un albero nella foresta e le mani dell'operaio lo lavorano con l'ascia;
4 lo si adorna d'argento e d'oro, lo si fissa con chiodi e con i martelli perché non si muova.
5 Gli idoli sono come spauracchi in un campo di cocomeri, e non parlano; bisogna portarli, perché non possono camminare. Non li temete! perché non possono fare nessun male, e non è in loro potere di far del bene».
6 Non c'è nessuno pari a te, JaHWeH; Tu sei grande, e grande in potenza è il Tuo Nome.
7 Chi non Ti temerebbe, Re delle nazioni? Poiché questo Ti è dovuto; poiché fra tutti i saggi delle nazioni e in tutti i loro regni non c'è nessuno pari a Te.
8 Ma costoro tutti insieme sono stupidi e insensati; non è che una dottrina di vanità; non è altro che legno;
9 argento battuto in lastre portato da Tarsis, oro venuto da Ufaz, opera di scultore e di mano d'orefice; sono vestiti di porpora e di scarlatto, sono tutti lavoro d'abili artefici.
10 Ma JaHWeH è il vero Elohim, egli è l'Elohim vivente, e il Re eterno; per la Sua ira trema la terra, e le nazioni non possono resistere davanti al Suo sdegno.
11 «Così direte loro: "Gli dèi che non hanno fatto i cieli e la terra scompariranno dalla terra e da sotto il cielo"».
12 Egli, con la Sua potenza, ha fatto la terra; con la sua saggezza ha stabilito fermamente il mondo;
con la Sua intelligenza ha disteso i cieli.
13 Quando fa udire la Sua voce, c'è un rumore d'acque nel cielo; Egli fa salire i vapori dalle estremità della terra, fa guizzare i lampi per la pioggia e sprigiona il vento dai suoi serbatoi;
14 ogni uomo allora diventa stupido, privo di conoscenza; ogni orafo ha vergogna delle sue immagini scolpite; perché le sue immagini fuse sono menzogna e non c'è soffio vitale in loro.
15 Sono vanità, lavoro d'inganno; nel giorno del castigo, periranno.
16 A loro non somiglia Colui che è la parte di Giacobbe; perché Egli ha formato tutte le cose, e JisraEl è la tribù della sua eredità. Il suo nome è: JaHWeH degli eserciti.