Sudafrica: Juan van Zyl e Günther Kotze sono sempre in galera PDF Stampa E-mail
Domenica 11 Dicembre 2011 18:05

Juan van Zyl e Günther Kotze

Juan van Zyl (48 anni) e Günther Kotze (31), i boeri arrestati a Naboomspruit dall'Impero dell'Africa del sud, rimangono in prigione. Dopo essere stati mostrati in catene come animali, e criminalizzati dai media di regime con accuse grottesche, non se ne era più sentito parlare. I boeri in galera non fanno, e non devono fare, notizia. Scompaiono. I loro nomi non devono essere ricordati. Le loro vicende e i loro drammi non devono coinvolgere nessuno. Come se non fossero essere umani. Anche questo è Genocidio.
Solo il Rapport sembra aver dedicato qualche riga a questa vicenda, ieri, e solo per denigrare l'immagine di Günther Kotze. Anche questo è Genocidio. L'unica notizia certa è che per il momento non è stata concessa la cauzione; i due boeri rimangono nelle prigioni dell'Impero.

Juan van Zyl e Günther Kotze. Boeri in catene

Libertà per Juan van Zyl e Günther Kotze!
Libertà per tutti i prigionieri boeri!