Sudafrica: bollettino del Genocidio bianco (26 giugno 2011) PDF Stampa E-mail
Domenica 26 Giugno 2011 13:10

Sudafrica. Genocidio boero“E’ stato versato più sangue boero di recente che durante tutte le guerre boere messe insieme. Neppure Dingaan nella sua peggior follia selvaggia aveva mai pensato di torturare le nostre donne a morte con delle bottiglie rotte.”
Terre’Blanche, 2009.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

= = =

Genocidio bianco: Sue e John Collen (17 maggio 2011)

Notizia da Nuus24.com

John Collen (55 anni) e sua moglie Sue sono stati ammazzati a coltellate, dopo essere stati rapinati la notte di martedì 17 maggio, presso la loro abitazione ad Airfield, Benoni (circa 31 km ad est di Johannesburg). La polizia dell’Impero sudafricano ha dichiarato che John Collen è stato sgozzato dopo che aveva cercato di proteggere la propria famiglia. La moglie è morta mentre era ricoverata in terapia intensiva.

= = =

Genocidio bianco: Leon Otto (20 maggio 2011)

Notizia dal Beeld

Leon OttoLeon Otto (43 anni), proprietario di una compagnia di trasporti, venerdì sera 20 maggio è stato ammazzato a Rayton, vicino Cullinan (circa 44 km ad est di Pretoria). Stava festeggiando il suo sesto anniversario di matrimonio quando due uomini sono entrati e senza dire nulla hanno iniziato a sparare sulla gente a sangue freddo. Leon Otto è stato colpito alla testa e tre volte al petto. Niente è stato rubato.
Leon Otto lascia la moglie, Amanda (47), un figlio, Leon (20), e un figliastro, Ryno Botha (17).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

= = =

Bianchi sotto attacco: Mel e Gerda Olivier (23 maggio 2011)

Notizia dal Beeld e da FarmiTracker

Mel Olivier (64 anni) e sua moglie Gerda (59), coppia di agricoltori di Hoopstad, nello Stato Libero di Orange (il nuovo Impero capitalista-comunista insediatosi in Africa del sud ha cambiato nome alla regione in “Stato Libero”. Un altro tipo di genocidio…), la sera del 23 maggio è stata attaccata da cinque neri armati presso la propria fattoria. La donna è stata torturata con un ferro da stiro e l’uomo è stato aggredito. Gli assalitori sono fuggiti dopo averli derubati.

= = =

Genocidio bianco: Graham Culverwell (24 maggio 2011)

Notizia da Iol.co.za, Die Burger e FarmiTracker


Graham Culverwell (84 anni) di Merrivale, vicino Hovich (235 km a sud di Vryheid, e 97 km a nord-ovest di Durban), è stato picchiato a morte martedì 24 maggio, durante un attacco presso la propria fattoria. Sua moglie Hillary (84) è stata ricoverata. Gli assalitori cercavano denaro.

= = =

Genocidio bianco: John Oelofse (24 maggio 2011)

Notizia dal Beeld

John Oelofse (55 anni) è stato ammazzato il 24 maggio, durante un attacco presso la propria abitazione a Vaal Park, vicino Sasolburg, nello Stato Libero di Orange. Gli assalitori sono fuggiti dopo aver rubato contanti, un computer portatile e alcuni cellulari.

= = =

Genocidio bianco: Frank Gaudin (+-3 giugno 2011)

Notizia dal Beeld e da Afrikaner genocide

Frank GaudinFrank Gaudin (73 anni), nato in Canada e residente a Blaauwbank, Randfontein (14 km a sud-ovest di Krugersdoorp), è stato torturato ed ucciso presso la sua fattoria di manufatti africani. Il suo cadavere è stato ritrovato il 4 giugno, nascosto dentro una buca. La sua seconda moglie, Sandra (56 anni), era già stata assassinata a fine 2008.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

= = =

Genocidio bianco: Chantelle Vorster (5 giugno 2011)

Notizia dal Beeld e da FarmiTracker

Chantelle Vorster (26 anni), mentre lavorava come parcheggiatrice in Church Street a Pretoria, è stata uccisa durante una rapina, compiuta da due neri. Lascia il marito, Marko, e un figlio di sei anni.

= = =

Genocidio bianco: Susan e Jan Malan (11 giugno 2011)


Notizia dal Beeld e da FarmiTracker

Susan e Jan Malan

Jan Malan (64 anni), ex poliziotto, e sua moglie Susan (60), sono stati ammazzati con un’accetta presso la loro abitazione, a Mooilande, Vereeniging (circa 67 km a sud di Johannesburg), sabato 11 giugno. I corpi sono stati ritrovati mutilati. Niente risulta essere stato rubato. La famiglia aveva ricevuto minacce di morte e gli erano stati avvelenati i cani.

= = =

Genocidio bianco: Martie Grobler (+-12 giugno 2011)

Notizia da Nuus24.com

La sig.ra Martie Grobler (59 anni), residente in una fattoria a Glentana vicino George, 435 km ad est di Città del Capo, è stata uccisa a coltellate. Il suo corpo è stato ritrovato alle 8 di lunedì mattina, 13 giugno. Forse le è stato rubato un cellulare.

= = =

Genocidio bianco: Christopher Darndell (21/22 giugno 2011)


Notizia dal Die Burger

Christopher Darndell (64 anni), originario della Gran Bretagna, è stato ammazzato a Riebeek-Kasteel, 86 km a nord di Città del Capo. E’ stato ritrovato morto mercoledì mattina 22 giugno, con una ferita alla testa, inflittagli presumibilmente con un’ascia o una pala. Sono stati rubati un televisore e un computer portatile. Christopher Darndell lascia tre bambini, tutti adottati.